La Ferrari nel vialetto dell’ospizio

Photo by Janne Aspegren on Unsplash

Immagina una Ferrari parcheggiata nel vialetto di un’ ospizio.

Il proprietario, un ricco novantenne traballante per l’ artirite, ogni tanto si diverte ad accenderla, farla rombare e percorrere a 20 km all’ora il vialetto che arriva fino in fondo al cancello d’ingresso…poi felice e rasserenato, gira e torna indietro.

La spenge, scende e barcollante rientra in camera a guardare la tv.

La Ferrari è lì, ferma.

Ricorda quando spavalda e rombante percorreva le vie della città. Tutti si giravano a guardarla!
Oh, quel fantastico giro di prova! Quando il ragazzo della concessionaria l’aveva spinta a manetta per la strada tutta curve vicino al mare. Lì sì che aveva sperimentato la sua potenza!
Ma solo quel vecchio ricco mentecatto se la poteva permettere…e non sapeva che farci.

Così si sprecano i talenti delle persone. Chi li sa valutare, non può permettersele e chi non se le merita, le utilizza al di sotto delle loro potenzialità.

Rispondi